Bella Ciao!

Sono sicura che nessuno sa, di precisione, il momento in cui ha imparato a cantare Bella Ciao! Io sì!
Ero alle elementari ma la scuola era chiusa. Mia mamma, insegnante elementare nel paese accanto, mi portò con sé. Eravamo vicini al 25 aprile. Lei spesso, per insegnare la storia, sceglieva una canzone; una canzone con cui si può essere d’accordo o meno ma che ha segnato o che racconta un particolare evento della storia.

ilfioredelpartigianoQuel giorno portò il suo libro di canti patriottici in cui c’era anche Bella Ciao! e la insegnò ai suoi alunni e man mano che i suoi alunni la imparavano, strofa per strofa, la imparavo anch’io.
Allora non potevo capire il significato di questa canzone, ma nel trascorrere degli anni, ma mano mano che la cantavo, la capivo sempre di più; ne avevo coscienza sempre di più. E sempre più si faceva avanti, in me, un rifiuto totale per il nazifascismo, periodo di oppressione, di buio, di tristezza, sorrisi finti, sospetto, circospezione, paura, nascondigli, morte, distruzione. Non c’è nulla di più bello delle risate dei bambini, del sole che bacia la pelle, dei prati in fiore, del mare e gli spruzzi delle onde, della felicità, dei canti, dell’amore, dell’amicizia, della vita tranquilla e spensierata, della bellezza, delle arti e delle scienze, della libertà.

Una mattina mi son svegliato
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
Una mattina mi son svegliato
Eo ho trovato l’invasor

O partigiano porta mi via
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
O partigiano porta mi via
Che mi sento di morir

E se io muoio da partigiano
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
E se io muoio da partigiano
Tu mi devi seppellir

Mi seppellire lassù in montagna
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
Mi seppellire lassù in montagna
Sotto l’ombra di un bel fiore

E le genti che passeranno
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
E le genti che passeranno
Mi diranno: “Che bel fior”

È questo il fiore del partigiano
O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao
È questo il fiore del partigiano
Morto per la libertà

Francesca Magurno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...